Musée des confluences

Punire attraverso lo spazio e il tempo: (psico)geografie della detenzione

Incontri in francese

Domenica 1 dicembre | dalle ore 14 alle 19

Ore 14 | Il carcere e il cittadino: conversazione con Bernard Bolze
Presentazione del percorso di un cittadino impegnato, che nel corso della vita si è dedicato alle tematiche della reclusione (creatore dell’Osservatorio Internazionale sulle Carceri e co-fondatore del progetto Prison Insider). Incontro moderato dal giornalista Thibaut Sardier (Libération).

Ore 15 | InsideOutside, una corrispondenza fotografica con alcuni prigionieri nel mondo
Non importa il luogo di reclusione, la durata della pena, il sesso o l’età: i prigionieri condividono un’esperienza comune, quella dell’alterazione dei sensi a seguito della privazione prolungata di libertà.

Con Bertrand Gaudillère, fotografo (collettivo Item) e Clara Grisot, responsabile del polo multimediale di Prison Insider.

Ore 16:30 | Le geografie della reclusione (Les géographies de l’enfermement)
Quali sono le caratteristiche spaziali e architettoniche del carcere? Durante la detenzione, in che modo viene alterata la relazione con lo spazio? Nell’epoca delle nuove tecnologie e della sorveglianza di massa, quali sono i nuovi perimetri dei luoghi di detenzione?

Tavola rotonda con Olivier Milhaud, geografo (Università Paris Sorbonne), autore di Séparer et punir - Une géographie des prisons françaises (“Separare e punire - Una geografia delle carceri francesi”) (CNRS, 2017), Franck Ollivon, geografo (Università Lumière - Lyon 2), autore della tesi La prison chevillée au corps. Pour une approche géographique du placement sous surveillance électronique (“Il carcere come una seconda pelle. Per un approccio geografico del braccialetto elettronico”), Michel Pierre, storico, autore di Le temps des bagnes - 1748-1953 (“L’epoca dei lavori forzati - 1748-1953”) (Tallandier, 2017).
Incontro moderato da Thibaut Sardier, geografo e giornalista (Libération)

Ore 18:30 | Il tempo è una prigione?
Conferenza di Etienne Klein, grande esperto della questione del tempo, fisico, con un dottorato in filosofia della scienza, direttore del Laboratorio di ricerca sulle scienze della materia presso il Commissariato francese per l’energia atomica (CEA).

© Alain Germond