Musée des confluences

Lila derdeba (Notte di trance)

Il 7 ottobre alle ore 20:30

Questo spettacolo è ispirato a come si svolge precisamente una notte di trance (lila derdeba): un rito di esorcismo e di psicoterapia che comincia sempre con la dolce cerimonia del tè e dell’incenso, allo scopo di conciliarsi con i mluk (geni, spiriti o guerrieri invisibili). Poi il rito si accelera, confondendo la frontiera fra il mondo visibile e quello invisibile. I danzatori, la cui tenuta è a turni bianca, verde, blu, gialla o nera, si rifanno a una divinità e conducono i partecipanti fino alla fine della notte, finalmente liberatrice delle forze malvagie, riconciliando così il mondo spirituale e quello terrestre.

Alwane è riuscito nell’impresa di ottenere un vero incontro artistico e umano fra due culture, offrendo al pubblico un reale momento di scoperta, magico e spirituale.

Thierry Beaucoup, direzione artistica, sassofono
Maâlem Abdellah Boulkhair El Gourd, voce, guembri
Benoït Richou, chitarra
Nourredine Touati, voce, tbal, qraqêb, danza
Roland Merlinc, batteria
Khalid Rahhali, voce, qraqêb, danza
Sylvain Lacombe, basso
Abdeljebar El Gourd, voce, qraqêb, danza
Collaborazione artistica: Sanae El Kamouni – Lakmaïs

Jacques Willemont, voce fuori campo
Cécile Héreault, giochi di luce
Jean Bourgeois, suono
Sanae El Kamouni-Lakmaïs, produzione, diffusione
Roselyne Burger, Pauline Horteur, amministrazione
Immagini estratte dal documentario: Gnawa, oltre la musica, di Jacques Willemont


Coproduzione delle associazioni Scènes du Maroc & Mad Nomad Quartet. Per la sua creazione, Lila derdeba ha usufruito del sostegno dell'Opera de Lyon, della Ville de Lyon, della Région Rhône-Alpes, della DRAC Rhône-Alpes, dell’associazione Scènes du Maroc, dell’associazione Confluences musicales, di Cultures France, dell’Institut du monde arabe e della società Rico.

ALWANE LILA DE DERDEBA -
Creation du spectacle - Tanger - 2011
©S.Kerrad